Roncopatia e apnee

Il “russare cronico”

Il russare è sempre stato oggetto di ilarità e scherno oltre che fonte di disturbo per il partner e origine di conflitti familiari.

Il rumore cratteristico del russamento viene prodotto dalla vibrazione di organi e strutture attraversati dall’aria nella respirazione: il palato molle, l’ugola, la parete posteriore della gola, le tonsille, la lingua, l’epiglottide.

Il russare come malattia

sonnolenzaSolo recentemente si è compreso che questa particolare forma di emissione sonora può provocare serie conseguenze per la salute di chi ne soffre e costituisce il segnale d’allarme di due malattie importanti: la roncopatia cronica e la più grave sindrome da Apnee del Sonno (OSAS) acronimo di: Obstructive Sleep Apnea Syndrome.

Nella roncopatia cronica i pazienti russano in modo discontinuo, a volte con forte rumorosità e progressivamente tendono a presentare sintomi che indicano un sonno disturbato ed una ridotta ossigenazione dell’organismo: risveglio difficile, affaticamento mattutino, talvolta cefalea.

Gradualmente viene ad instaurarsi una vera e propria Sindrome delle Apnee del Sonno.

Terapie Odontoiatriche per il trattamento delle roncopatie e delle apnee ostruttive notturne:

  1. Liberty bielle
  2. Silensor
  3. TPR

L’apnea notturna

L’apnea notturna (OSA): Obstructive Sleep Apnea) a differenza del russamento primario è una patologia medica che può avere delle gravissime conseguenze sulla salute del paziente.

È causata da un’ostruzione parziale delle vie aeree superiori che spesso si verifica nella zona retro palatale e retrolinguale. Questa ostruzione può causare una cessazione completa (apnea ostruttiva) o parziale (ipopnea) del flusso respiratorio.

Numerosi studi hanno dimostrato che l’OSA rappresenta un fattore di rischio indipendente per

  • ipertensione
  • scompenso cardiaco
  • cardiopatia ischemica
  • aritmie
  • ictus
  • deficit neurocognitivi “
  • ipertensione resistente

La mortalità da ictus e infarti del miocardio è significativamente più elevata nelle persone affette da apnea ostruttiva del sonno rispetto alla popolazione generale.

Inoltre, a causa della eccessiva sonnolenza diurna presente nei pazienti affetti da OSA, aumenta considerevolmente il rischio di incidenti stradali. Per questo motivo numerosi paesi europei vietano la guida ai pazienti con OSA non in terapia.

La sintomatologia è caratterizzata da:

  • Disturbi dello stato di sonno
  • Disturbi dello stato di veglia
  • Cefalea mattutina
  • Irritabilità
  • Sonnolenza diurna

Non perdere tempo, contattaci e fissa il tuo appuntamento

Color Skin

Nav Mode