Sbiancamento denti

Denti bianchi e sani rappresentano una delle caratteristiche estetiche più ambite e ricercate, possibile grazie allo sbiancamento dentale, un trattamento che permette di avere denti più bianchi.

La causa dei denti gialli non è sempre sinonimo di scarsa igiene, ma nella maggior parte dei casi è da attribuirsi a caratteristiche genetiche sfavorevoli, al passare del tempo e all’assunzione di cibi o bevande particolari, come caffè, liquirizia, tè e coloranti artificiali e al fumo.

Per riportare i denti al bianco candido e alla luminosità di un tempo, è possibile scegliere tra diverse tipologie di trattamenti sbiancanti, rapidi e non invasivi.

Chi si sottopone a questi trattamenti nel migliore dei casi riporterà il colore della dentatura all’antico splendore, e a schiarire leggermente anche la tonalità naturali originali.

Sottoponendosi allo sbiancamento professionale nello studio del proprio dentista, si può raggiungere tale risultato

Sbiancamento professionale

Con cadenza periodica, ogni 6-12 mesi, per mantenere sani i nostri denti è opportuno sottoporsi ad una detartrasi.

Per avere denti non solo più sani, ma anche più bianchi è possibile rivolgersi al proprio dentista per sottoporsi ad un ulteriore trattamento: il trattamento sbiancante di odontoiatria cosmetica professionale (bleaching).

Questa tecnica eseguita direttamente nello studio del proprio dentista, definita “sbiancamento denti alla poltrona“, sfrutta l’azione di agenti sbiancanti chimici ad alta concentrazione potenziati grazie a speciali lampade per favorirne l’azione in profondità.

In abbinamento alle lampade viene usato un gel a base di perossido di idrogeno concentrato al 35-38%, che esposto a particolari fonti luminose si attiva liberando ossigeno. Il gas liberato penetra all’interno del dente, innesca una reazione di ossido-riduzione che scompone, in composti più piccoli ed incolore, le molecole delle macchie rendendole così facilmente eliminabili.

In base alla concentrazione del principio attivo e dal tempo di applicazione sul dente avremo intensità di sbiancamento diverse.

Per prevenire disturbi, quali  eccessiva sensibilità termica ed irritazione gengivale, ed aumentare il piacere della seduta, vengono impiegate delle mascherine personalizzate di protezione,  proteggendo le gengive, la lingua e le labbra.

Lo sbiancamento dentale potrà essere eseguito solo se il paziente non presenta carie, tartaro o gengiviti.

In caso contrario verrà eseguito non prima di aver risolto i problemi in bocca.

L’intervento è sconsigliato ai ragazzi di età inferiore ai 14 anni e alle donne in gravidanza o in periodo di allattamento. Dopo lo sbiancamento è necessario evitare il fumo e l’assunzione di cibi e bevande coloranti, per almeno 24 ore.

Non perdere tempo, contattaci e fissa il tuo appuntamento

Color Skin

Nav Mode